sabato 6 giugno 2015

Recensione: "A letto con il nemico" di Angela d'Angelo.

E siamo alla mia prima recensione. Siate clementi con la novellina.
Il libro che ho scelto per il mio esordio da blogger è "A letto con il nemico" di Angela d'Angelo, uno sport romance che vi farà sciogliere per i momenti romantici e molto hot.




Autrice: Angela d'Angelo
Edito: Rizzoli
Genere: Romance erotico
Pagine: 129
Formato: eBook
Prezzo: € 2,99
Data pubblicazione: 15 gennaio 2015 eBook 

SINOSSI:

Cristina De Santis è una donna pratica ed equilibrata, ma quando segue le partite della Stars Roma, la squadra di pallacanestro in cui gioca suo fratello Edoardo, si trasforma in una sostenitrice appassionata, aggressiva e sanguigna. Soprattutto con gli avversari arroganti, presuntuosi e un po’ duri. Come Nicola Zanini, capitano della squadra rivale e nemico storico di Edoardo: sguardo magnetico e un fisico che toglie il fiato più di una pallonata allo stomaco. La rivalità tra i due uomini non ferma Nico, che inizia a fare una corte spietata a Cristina. Con lui, lei ritroverà se stessa, anche se sarà difficile abbandonarsi completamente. Una donna che ha già visto fallire i propri sogni può fidarsi di un uomo? A maggior ragione se è il nemico?Quando l’attrazione diventa incontrollabile, la passione supera qualsiasi rivalità sul campo.


RECENSIONE:

A volte ci si rialza dopo una brutta caduta, sembra di essere illesi, forse ci resta solo qualche graffio, le cui cicatrici svaniranno ben presto. Ma chi può dire se non sarà proprio la paura di cadere di nuovo a fregarci?
“A letto con il nemico” di Angela d’Angelo racconta di Cristina, una promettente sportiva che vede il proprio sogno infrangersi troppo presto. Il mondo dello sport, del basket, potrà vederlo solo da bordo campo, per seguire la squadra di suo fratello. Ma Cristina fa di più, lei osserva la vita da bordo campo. Non si fa trascinare nemmeno dall'amore, fino a che non incrocia gli occhi verdi di Nicola Zanini. L’uomo proibito. L’acerrimo rivale di suo fratello Edoardo.
Zanini è il nemico, lo sportivo dal quale stare lontana, il playboy da evitare. Eppure, Nicola si dimostra dolce, attento, disarmante, seducente. Irresistibile. E Cristina si lascia andare, finendo a letto…con il nemico.

I personaggi mi sono sembrati antitetici. Nicola è il tipico eroe da romance: non solo stupendo, ma sollecito con la propria donna, attento a darle tutte le attenzione che merita, la vizia, la coccola, la scandalizza. Un eroe dentro e fuori dal campo, dentro e fuori dal letto.
Cristina è una ragazza come se ne incontrano tante, fuori dai libri. Bloccata dalle proprie paure, da un passato tanto doloroso da averle rubato anche il futuro. Continua a inciampare nelle proprie insicurezze, minando ella stessa ciò che le capita di buono. Un personaggio complesso, molto sensibile, che si fa trascinare da un rapporto apparentemente solo fisico. Ma il desiderio, la sessualità, diventano la strada per riscoprire se stessa, per riprendere confidenza con le proprie aspirazioni. Ed è Nicola a permettere tutto questo. Nicola che si introduce fin sotto la pelle, che soddisfa il corpo e piano piano lenisce anche l’anima. Un uomo che sa ciò che vuole, e vuole lei. Non è uno zerbino, non è sempre pronto ad accontentarla, al contrario, la rimprovera, la accusa. Proprio questi comportamenti, insieme alla necessità tangibile della vicinanza di "Zanini" faranno schierare Cristina, la faranno rientrare in campo, per giocare una nuova partita, quella con l'amore.

Angela d'Angelo è stata bravissima nel creare situazioni hot che non sono fini a se stesse, ma il frutto di qualcosa di più, di una fame di fisicità e tenerezza, di una seconda chance. Malgrado sia nel mood erotico, "A letto con il nemico" andrà benissimo anche per chi è in cerca di romanticismo e rivalsa contro il destino.



 Eiry

4 commenti:

  1. Brava Sveva, mi piace la tua prima recensione da "blogger". *___*

    RispondiElimina
  2. Detto da te...potrei svenire!
    Grazie Rosie <3

    RispondiElimina
  3. Sono Nessuno e tu sei molto brava!

    RispondiElimina